Disturbi Psicotici

DR. Marco bianchini

Schizofrenia

La Schizofrenia è un grave disturbo psicotico che esordisce nella tarda adolescenza fino alla prima età adulta ed è in questa fase della vita che potresti aver avuto modo di notare una persona a te cara cambiare a causa di questa patologia.

Il soggetto affetto da Schizofrenia cambia rispetto al funzionamento avuto in precedenza ed si manifestano inizialmente sintomi aspecifici quali ritiro sociale, umore appiattito (Apatia), attività ripetitive, riduzione del rendimento scolastico/lavorativo.

Dopo alcuni mesi dall’esordio, forse anche nel caso a te vicino, iniziano a comparire i primi sintomi positivi che consistono in allucinazioni (percezioni in assenza di oggetti o situazioni reali, come il sentire voci che parlano la persona/della persona), deliri (convinzioni senza fondamento reale, ad esempio il pensiero che qualcuno voglia fare del male, tipico del delirio persecutorio). 

Le allucinazioni sono solitamente voci che commentano le azioni, dialogano o danno ordini. I deliri più comuni sono quelli a carattere persecutorio, mistico, di gelosia e di grandezza.

Nei casi più gravi compaiono anche i sintomi legati alla compromissione della forma del pensiero (come l’incoerenza o incomprensibilità nell’eloquio) ed i comportamenti bizzarri (denudarsi in pubblico o vestire in modo inappropriato oppure irrigidirsi, incuranti del contesto attorno, in posizioni anomale anche per molto tempo).

Caratteristica tipica della Schizofrenia (come degli altri disturbi psicotici) è una certa inconsapevolezza da parte del paziente di essere malato, di riconoscere il proprio cambiamento rispetto al funzionamento precedente all’esordio della malattia, di discriminare correttamente la realtà e di ammettere di aver bisogno di farmaci.

Per tali motivi può essere necessario nelle crisi, spesso coincidenti con l’esordio della patologia e di altri momenti difficili (alle volte associati ad interruzione dei trattamenti farmacologici da parte del paziente) ricorrere alle cure in regime di ricovero.

La schizofrenia purtroppo, in quanto patologia molto grave, negli anni può cronicizzare, facendo sperimentare ai pazienti un altro corteo di sintomi molto penosi, definiti sintomi negativi consistenti in marcato appiattimento affettivo, elevate difficoltà di attenzione e deficit nel funzionamento sociale e lavorativo.

Le cause del disturbo consistono nell’interazione tra fattori genetici, psicosociali e ambientali, come in altre patologie psichiatriche.

La prevalenza della Schizofrenia nei paesi occidentali, Italia compresa, nel corso della vita è stata confermata anche in recenti studi interessa lo 0,025-0,05% della popolazione.

TRATTAMENTO:

La terapia principale per la Schizofrenia rimane quella farmacologica e consiste nell’utilizzo di farmaci antipsicotici i quali permettono di ottenere un buon compenso dei sintomi positivi presentando, però, una minor efficacia sui sintomi negativi. Si affianca alla terapia farmacologica, gli interventi psicoeducazionali e di sostegno psicologico per favorire da parte del paziente la miglior gestione possibile della patologia ed alleviarne l’impatto sulla qualità della vita.

Prenota la chiamata gratuita

Puoi prenotare una prima chiamata gratuita direttamente con me. In questa breve chiamata potrai espormi in tutta tranquillità e sicurezza tutto ciò che riterrai importante e che secondo te io debba sapere.

Alla fine della chiamata saprò dirti se potrò aiutarti e tu deciderai se fissare il primo appuntamento durante il quale ci conosceremo e inizieremo il nostro percorso di cambiamento.

PSICHIATRA MODENA E REGGIO emilia

Copyright ©2011, Tutti i diritti sono riservati | Dr. Bianchini Marco | Via Pietro Giardini 470 Modena MO | Psichiatra Modena, Psichiatra Reggio Emilia

P.IVA: 03304190360

CONTATTI