Dipendenze Patologiche

DR. Marco bianchini

Dipendenze Patologiche

Le Dipendenze patologiche purtroppo sono un problema che riguarda molte persone, si caratterizza dall’essere in una condizione psichica, talvolta anche fisica, causata dall’interazione tra un l’organismo di una persona e una sostanza specifica (es. Alcool, Cocaina, THC, ecc.).

Tra persona dipendente e sostanza si crea una relazione patologica caratterizzata da un bisogno compulsivo di assumere la sostanza in modo ripetitivo, allo scopo di provare i suoi effetti psichici e talvolta di evitare il malessere della sua privazione (astinenza).

In passato la nozione di “dipendenza” veniva riferita principalmente all’assunzione di “sostanze”, oggi viene sempre più utilizzata anche nell’inquadramento di particolari situazioni in cui il paziente sviluppa un comportamento di dipendenza in assenza di qualsiasi sostanza, ma nei confronti di un comportamento.

Le “nuove dipendenze”, o “dipendenze senza sostanza” o “dipendenze comportamentali”, si riferiscono a una vasta gamma di comportamenti anomali: tra esse possiamo annoverare il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la “new technologies addiction” (dipendenza da TV, internet, social network, videogiochi…), la dipendenza dal lavoro (workaholism), da sesso (sex-addiction), dalle relazioni affettive e da allenamento sportivo patologico (la sindrome da overtraining).

Sia le classiche dipendenze da sostanze che le dipendenze comportamentali presentano numerosi elementi in comune:

Inizialmente il paziente è attivato dalla ricerca del piacere collegato al consumo ed il sollievo che ne deriva: è la fase della “luna di miele”, durante la quale è anche quasi sempre presente la negazione del problema.

Successivamente, la sostanza (o il comportamento) domina costantemente il pensiero: vi è l’impossibilità di resistere all’impulso di assumerla (o di eseguire il comportamento), vissuta con modalità compulsiva.

Si struttura poi la presenza del craving: desiderio crescente o stato di tensione che precede l’assunzione della sostanza (o della messa in atto del comportamento di dipendenza).

Inoltre, progressivamente avanza la gravità del disturbo più l’umore diviene instabile (irritabilità, nervosismo): inizialmente l’instabilità dell’umore accompagna la persona prima dell’assunzione della sostanza (o del comportamento), successivamente il nervosismo diverrà sempre più generalizzato.

Un’altra caratteristica delle dipendenze patologiche è la presenza di Tolleranza, ovvero progressiva necessità di incrementare la quantità di sostanza (o di tempo dedicato al comportamento) per ottenere l’effetto piacevole, con conseguente aggravamento della patologia.

Inoltre in queste persone diventa sempre più chiara una crescente sensazione di perdita del controllo sull’assunzione della sostanza (o sull’esecuzione del comportamento) da parte della persona interessata, accompagnata da un profondo disagio psichico e fisico (astinenza) quando s’interrompe o si riduce l’assunzione della sostanza (o il periodo dedicato al comportamento).

L’uso della sostanza (o l’esecuzione del comportamento) continuano nonostante le progressive e sempre più gravi ricadute sul funzionamento personale e interpersonale (sfera lavorativa, affettiva, amicale, personale…).

E’ frequente la tendenza a riavvicinarsi alla sostanza (o al comportamento) dopo un periodo di interruzione (fenomeno della ricaduta).

Purtroppo nel decorso di questa patologia psichiatrica è elevata la frequenza con cui il soggetto passa dall’assunzione di una sostanza all’assunzione di più sostanze (fenomeno della codipendenza), così da aggiungere ad una dipendenza un’altra (tipica è l’associazione della dipendenza da Cocaina a quella da alcool).

 

TRATTAMENTO:

In questa patologia diventa fondamentale una individualizzazione del trattamento che colga diversi aspetti, ovvero il livello di motivazione della persona coinvolta alla cura, la presenza o meno di un contesto famigliare di supporto, la necessità di intraprendere un trattamento farmacologico di supporto per aiutare la persona a gestire l’astinenza/craving e la sintomatologia direttamente o indirettamente conseguente alla dipendenza patologica (Depressione, Ansia, Disturbi Psicotici, Disturbi del Sonno ecc ecc). È Inoltre fondamentale un percorso di supporto psicologico individuale e alle volte anche di tipo gruppale, nonché di supporto ai famigliari.

Prenota la chiamata gratuita

Puoi prenotare una prima chiamata gratuita direttamente con me. In questa breve chiamata potrai espormi in tutta tranquillità e sicurezza tutto ciò che riterrai importante e che secondo te io debba sapere.

Alla fine della chiamata saprò dirti se potrò aiutarti e tu deciderai se fissare il primo appuntamento durante il quale ci conosceremo e inizieremo il nostro percorso di cambiamento.

Marco Bianchini psichiatra a Modena e Reggio Emilia

PSICHIATRA MODENA E REGGIO emilia

Copyright ©2011, Tutti i diritti sono riservati | Dr. Bianchini Marco | Via Pietro Giardini 470 Modena MO | Psichiatra Modena, Psichiatra Reggio Emilia

P.IVA: 03304190360

CONTATTI
Toro